L'amore (Pablo Neruda)

Che hai, che abbiamo,
che ci accade?
Ahi il nostro amore È una corda dura
che ci lega ferendoci
e se vogliamo
uscire dalla nostra ferita,
separarci,
ci stringe un nuovo nodo e ci condanna
a dissanguarci e a bruciarci insieme.
Che hai? Ti guardo
e nulla trovo in te se non due occhi
come tutti gli occhi, una bocca
perduta tra mille bocche che baciai, più belle,
un corpo uguale a quelli che scivolarono
sotto il mio corpo senza lasciar memoria.
E che vuota andavi per il mondo
come una giara di color frumento,
senz'aria, senza suono, senza sostanza!
Invano cercai in te
profondità per le mie braccia
che scavano, senza posa, sotto la terra:
sotto la tua pelle, sotto i tuoi occhi,
nulla,
sotto il tuo duplice petto sollevato,
appena
una corrente d'ordine cristallino
che non sa perché corre cantando.
Perché, perché, perché,
amore mio, perché?

4 commenti:

azzurra ha detto...

incisiva....

Fernanda! ha detto...

Pablo Neruda...Sempre perfeito!

Beijos!

Sabatino Di Giuliano ha detto...

Citi Neruda, non c'e' altro da dire.
Semplicemente un saluto a te!
Enjoy

Luciano ha detto...

Ciao Ilaria che ne dici di passare da Me. Puoi venire anche accompagnata... Ci sono molti amici che già ti aspettano.... nel mio blog

 
Layout by Blografando Image wakoo