Nulla e' in regalo (Wislawa Szymborska)

Nulla è in regalo, tutto è in prestito.
Sono indebitata fino al collo.
Sarò costretta a pagare per me
con me stessa,
a rendere la vita in cambio della vita.
E' così che stanno le cose,
il cuore va reso
e il fegato va reso
e ogni singolo dito.
E' troppo tardi
per impugnare il contratto.
Quanto devo
mi sarà tolto con la pelle.
Me ne vado per il mondo
tra una folla di altri debitori.
Su alcuni grava l'obbligo
di pagare le ali.
Altri dovranno,
per amore o per forza,
rendere conto delle foglie.
Nella colonna Dare
ogni tessuto che è in noi.
Non un ciglio, non un peduncolo
da conservare per sempre.
L'inventario è preciso
e a quanto pare
ci toccherà restare con niente.
Non riesco a ricordare
dove, quando e perché
ho permesso di aprirmi
quel conto.
Chiamiamo anima
la protesta contro di esso.
E questa è l'unica cosa
che non c'è nell'inventario.


3 commenti:

Tomaso ha detto...

Coma sempre cara Ilaria trovi la poesia
adatta al tempo che ci troviamo.
L'vento di Natale ci impegna forse troppo materialmente e scordiamo il vero significato di questa grandi ricorrenza.
Un abbraccio forte forte, e grazie di essere presente nel faro!

Tomaso

ilaria ha detto...

Grazie a te Tomaso ti voglio bene sei una bella persona!!un'abbraccio!!!!

NERO_CATRAME ha detto...

Purtroppo molti mettono pure quella in svendita,ma fa nulla affari loro.L'anima prende corpo solo grazie a Noi è per quello che non è nell'inventario.

 
Layout by Blografando Image wakoo