Quando uno è triste non servono le classifiche (Stefano Benni)

Quando uno è triste
non servono le classifiche,
non c’è un tristometro,
è inutile dire
sto mediamente peggio di te o
decisamente meglio di te,
si diventa tutti ottusi ed egoisti
e la propria tristezza
diventa una grande campana
in cui ci si chiude,
per non ascoltare
la tristezza degli altri.

5 commenti:

Maurizio ha detto...

Daccordo su tutto... ti lascio il mio augurio di Buon Natale... a presto...
Un abbraccio

Stregatto ha detto...

GRazie :) auguro delle splendide feste anche a te :) un bacio

Paolo D'Alonzo ha detto...

Cara Ilaria,
lascio qui il mio ultimo commento di quest'anno. Da ora fino al prossimo calendario penso di non scrivere perchè voglio vivermela un poco fuori...voglio, diciamo devo.
Con ciò ti auguro sinceramente con tutto il mio cuore un bellissimo e dolce Natale insieme al tuo graziosissimo figlioletto, di quei natali dove si sta stretti stretti accucciati alla luce di un camino raggomitolati in un plaid ad aspettare Babbo Natale, questa è l'immagine che ho da piccolo del mio Natale da favola :).

Un saluto affettuoso perchè la campana del post si trasformi quanto prima da tristezza in zucchero filato :D

ciao ciao
Paolo

Squilibrato ha detto...

Cavoli, Benni ha ragione...

E' proprio così!

xtravaned ha detto...

Hai perfettamente ragione.. Ti auguro di passare un buon Natale e un felice anno nuovo, sperando che sia meglio di questo.. a presto.,

 
Layout by Blografando Image wakoo