I vestiti dispersi

Vorrei sentire le stelle stasera,
vorrei con una carezza trasformarle
ancora più belle
poi abbasso gli occhi e non vedo i tuoi occhi
nemmeno le stelle..
tornerò a suonare al vento i miei vestiti dispersi
in accesi momenti di malinconia.

5 commenti:

il monticiano ha detto...

Leggo questo poesia e le due precedenti di Ana Castillo e Rabindronath Tagore e capisco sempre di più il senso dei primi versi di quella di Kahlil Gibrau "La poesia è il salvataggio cui mi aggrappo quando tutto sembra svanire"

ilaria ha detto...

Per me lo e' sicuramente la poesia...mi aiuta e mi ha aiutato veramente molto a capire delle cose che avevo dentro il che non e'poco...

Tomaso ha detto...

Più il tempo passa e più m'innamoro delle tue belle e gradite poesie.
Grazie Ilaria di farle rivivere anche a noi.
Tomaso

serenella ha detto...

Che meraviglia di versi.

achab ha detto...

molto bella ciao.

 
Layout by Blografando Image wakoo